Cronaca — 01 dicembre 2010

Compagni di vita, compagni di trionfi: Andrea Accorsi e Monica Barchetti non finiscono di stupire


Dopo la splendida prestazione di Andrea del 9-10 ottobre, quando nella 24 ore di Grenoble ha superato i 231 km, i due portacolori UISP dell’Atletica Calderara Tecnoplast hanno sbaragliato il campo alla 24 ore del Sole di Palermo, conquistando i titoli di Campioni Italiani IUTA 2010 su Pista.


‘Ero un po’ preoccupata – confida Monica Barchetti perché era la gara del mio rientro dopo l’infortunio di 6 mesi fa ed avevo nelle gambe solo una trentina di giorni di vero allenamento. Anche il clima, con la sua variabilità, non ha certo contribuito, soprattutto per le basse temperature della notte, con vento ed umidità, poi un po’  fugate dallo scirocco mattutino’.


‘Per questo sono comunque contenta – conclude Monica anche se il risultato finale di km 173,631 è lontano da quello che avrei voluto raggiungere ma nelle condizioni attuali è già stato un grande successo, che mi ha permesso di chiudere al 9° posto assoluto e Campionessa Italiana IUTA delle 24 ore in Pista’.


Giustamente raggiante anche Andrea Accorsi.


‘Dopo il risultato di Grenoble – confessa Andrea – ho voluto ritrovare subito le motivazioni e le sensazioni per un’altra grande gara e Palermo, con la sua prova valida per il titolo Italiano delle 12 Ore, è stata l’occasione giusta. Sono partito determinato, ben sapendo che il tedesco Grundner poteva essere difficilmente raggiungibile.


‘Ho deciso quindi – prosegue Andrea di impegnarmi per conservare la seconda posizione, cercando continuità di azione ed alla fine sono soddisfatto del risultato di km 123,095 ed ancor di più del titolo di Campione Italiano IUTA’.


Così Monica, nel giorno del suo compleanno, e Andrea hanno smesso a malincuore la maglia gialla del Calderara Tecnoplast ma solo per indossare quella ancor più prestigiosa di Campioni Italiani.


E se è vero che non è ancora vietato sognare, Monica e Andrea faranno parte della Nazionale ai prossimi Mondiali di Brugg, in Svizzera e noi saremo a tifare per tutta la squadra azzurra ma soprattutto per loro che, pur non facendo parte delle solite 2/3 squadre felsinee sempre sulle pagine dei giornali per i risultati raggiunti da Atleti che spesso non sanno nemmeno cosa sono le 2 Torri, loro, Bolognesi doc, in una disciplina dura e faticosa ma lontano dalle luci della ribalta, ci continuano a far vivere grandi emozioni.


Grazie Andrea. Grazie Monica.

Autore: Claudio Bernagozzi

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>