TuttoCampania — 17 giugno 2013

Suggestivo percorso lungo le pendici del vulcano, tra rocce e sentieri vesuviani, fino allo scalone che conduce al santuario della Madonna del Castello

 

sommaNel suggestivo scenario del monte Somma, con i ripidi sentieri che portano alle gàvete, gli anfratti vulcanici della millenaria sommità vesuviana, è stata disputata una gara di corsa in montagna sulla distanza di 8 chilometri. Suggestiva la coreografia ambientale del trail, un’ora prima del tramonto, quando è stata data la partenza agli atleti. L’evento è stato vissuto anche da numerosi alunni delle scuole sommesi, che hanno percorso un circuito ridotto di mille metri. Ai piccoli vincitori sono state assegnate alcune tammorre, il pregiato strumento di musica folk in legno. L’organizzazione è stata curata dalla società Vincenzo Esposito di Somma Vesuviana, con il presidente Ciro Secondulfo e la collaborazione di Vincenzo Cerciello; coordinamento tecnico al Centro Sportivo Italiano di Napoli. Tra gli enti che hanno offerto il patrocinio figurano il Comune, il Parco del Vesuvio, la Provincia e la Pro Loco. All’iniziativa è intervenuto il neo sindaco Raffaele Allocca.

8  km. di tracciato difficoltoso hanno messo a dura prova i concorrenti. L’ultima percorrenza del trail prevedeva l’arrivo al culmine della scalinata che porta al quattrocentesco santuario di S. Maria a Castello, il tempietto dove si venera la Mamma schiavona, il simulacro della Vergine con il volto scuro, a 500 metri d’altitudine. Gli atleti dopo il primo chilometro su asfalto e lastroni di basalto si sono avviati tra i frutteti e poi lungo i sentieri campestri che portano alle piccole caverne formate dalle eruzioni del vulcano Somma, rese scivolose per la presenza di piccole sorgenti.

Dopo essere discesi fino ai piedi del Somma, hanno poi ripreso l’irta salita, scalando la montagna attraverso lo stretto canalone del regio alveo, coperto da piccole rocce e materiale lavico. L’ultima fatica lo scalone d’arrivo. La manifestazione è stata vinta dal salernitano Adolfo Squitieri dell’Isaura Valle dell’Irno, in 36’18”, davanti al romano Giovanni Roberto, distaccato di oltre 3 minuti. Terzo al traguardo Gennaro Pappalardo dell’Ermes Antoniana in 41’10”. Al quarto posto è poi giunto lo stabiese Gaetano Dentato (42’22”), mentre a 6” Nicola Buonocore (Aequa Running) si è classificato in quinta posizione.

Senza storia la gara femminile, con la sorrentina Teresa Galano già in fuga dopo i primi metri. La portabandiera di corsa in montagna dell’Atletica Scafati ha concluso al primo posto in 48’31”. Alle sue spalle la compagna di società Sara Galli, staccata di 8 minuti. Terza sul podio la casertana Maria Vozza della Napoli Nord Marathon, in 57’56”. Al quarto e quinto posto sono poi giunte rispettivamente Anna Perrella (1h04’59”) e Filomena Petrone (1h08’38”), entrambe del Laghetto di S. Giovanni a Teduccio. Nell’ambito della gara si è svolto il campionato provinciale di corsa in montagna, categoria Open del CSI Napoli, vinto dal sommese Sebastiano Annunziata.

Dopo la gara il gruppo folkloristico della Paranza de gàvete ha intrattenuto gli sportivi con musiche e canti della montagna sommese, mentre alcuni ristoratori hanno offerto ai presenti prodotti tipici della zona, tra i fragorosi bagliori dei fuochi d’artificio conclusivi.

 

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

  • salvatore albrizio atletica isaura

    ben tornato adolfo complimenti per la tua vittoria.ti auguro ancora tanti successi per il futuro.

  • ignazio ponticelli,Ercosport

    è stato una bellissima gara con un percorso durissimo e spettacolare immersi nella natura ,emozionante l’arrivo davanti alla chiesa.Da ripetere sicuramente,sperando però di trovare la chiesetta aperta….un plauso agli organizzatori

  • gennaro

    un BRAVO al mio caro amico ADOLFO!!!!!!!

  • Gilio Iannone

    Grande Adolfo, veramente contento per la tua vittoria.
    A presto.

  • marco russo

    Grande Adolfo che non vedo da un bel po’ di tempo. Ma grande anche Teresa Galano che è oramai una specialista conclamata del Trail non disdegnando ottimi risultati anche nelle gare “in linea”.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>