Cronaca — 22 novembre 2010

Una gara molto bella ed avvincente ha celebrato ieri a Singapore l’ultima tappa del ‘Vertical World Circuit’, il Campionato del Mondo di corsa sui gradini dei palazzi più belli nei 5 continenti.

Una specialità nuova, curiosa ed originale che si è imposta all’attenzione del pubblico, degli atleti e dei media perché gli scenari di gara sono gli altissimi e spettacolari grattacieli di alcune delle città più importanti del mondo.  Un misto di novità, agonismo, fatica e architettura, che ha collegato e contagiato le città di Milano, New York, Londra, Basilea, Berlino, Taipei, Sydney e Singapore.

In campo maschile anche quest’anno il migliore di tutti è stato il campionissimo tedesco Thomas Dold, già vincitore nel 2009. A gennaio ha vinto la prima tappa di Milano e ieri ha trionfato nell’ultima prova di Singapore. Una marcia trionfale con le vittorie a New York, Berlino e Sydney e una sola sconfitta a Taipei per merito dell’italiano Marco De Gasperi che lo ha sconfitto sul grattacielo più simbolico e più alto del circuito (91 piani, 2.046 gradini, 391 metri di dislivello), la seconda torre più alta del mondo.

Una atleta neozelandese ha invece spodestato l’italiana Daniela Vassalli dal trono di Campionessa del Mondo che aveva conquistato nel 2009.  Ciò è successo proprio nell’ultima gara di Singapore. Melissa Moon ha meritato il titolo con la vittoria di ieri e, nel corso dell’anno, con i successi di New York e Taipei e il secondo posto di Sydney. Non sono state sufficienti alla Vassalli le vittorie di Milano e Londra e i piazzamenti di Basilea e Berlino. Comunque per la bella e fortissima begamasca uno straordinario 2° posto che la conferma ai vertici della specialità.
Le ragazze italiane sono state assolute protagoniste anche per merito della regolarissima Cristina Bonacina che ha conquistato un eccellente 3° posto assoluto nel ranking mondiale 2010.

Il Vertical Running ha consacrato il Team Italiano come il migliore del mondo anche tra gli uomini. Gli specialisti di corsa in montagna hanno saputo affinare le tecniche ‘vertical’ e la corsa sui gradini con eccellenti risultati.  3 atleti nei primi 10 posti della classifica assoluta mondiale. Oltre a De Gasperi (7°) e al regolarissimo Dario Fracassi (9°) il nuovo ed eccezionale protagonista è stato il comasco Fabio Ruga.  Determinato, forte e velocissimo è stato bravissimo in tutte le gare dove ha partecipato con i migliori risultati a Londra (1°) a Milano (2°) a Basilea (4°) a Taipei (5°) e il superbo risultato (3° assoluto) proprio ieri a Singapore nei 73 piani, 1.336 gradini e 226 metri di dislivello, della Swisshotel Vertical Marathon.


L’affermazione e il successo del Campionato si misura anche dai numeri.  Alle prove ‘mondiali’ nel corso del 2010 hanno preso parte oltre 7.000 atleti di 30 nazioni (nei primi posti del ranking finale 2010 sono presenti atleti di 10 differenti nazioni…). Ogni informazione sul sito ufficiale www.verticalrunning.org
In numerosi paesi si sono costituiti Team specializzati che stanno accrescendo le proprie competenze tecniche.  Italia, Spagna, Germania, Stati Uniti, Messico, Gran Bretagna e Repubblica Ceca guidano il movimento degli atleti ‘Elite’ mentre gare qualificate sono nate e si sono affermate in prestigiose metropoli internazionali quali New York, Taipei, Sydney e Londra.

Proprio Londra ospita ogni anno 3 avvincenti gare ed è recentemente nato un campionato nazionale.  Lo scorso agosto a San Paolo del Brasile la 1° edizione della Corrida Vertical, nel bellissimo grattacielo Nestlè (31 piani), è stata di grande successo con clamore e seguito di interesse e appassionati in tutta l’Amercia Latina. Con il Brasile anche Austria, Emirati Arabi, Vietnam, le città di Chicago e Bilbao ecc sono interessati ad inserire le proprie gare nel ‘Vertical World Circuit’.

Questo Campionato del Mondo ufficiale è promosso da ISF (International Skyrunning Federation) che coordina le attività sportive, agonistiche e di ricerca scientifica degli ‘Skyrunners’ cioè i ‘corridori del cielo’ che aderiscono a questa particolare disciplina.

Una vera e propria ‘moda agonistica’ ma anche un esercizio sportivo alla portata di tutti per migliorare il proprio benessere e la propria salute. ‘Stairs and not lift’, ‘Prendi le scale e non l’ascensore…!’ è il simpatico slogan che in questo anno 2010 ha ancora di più accomunato gli appassionati in molti paesi dl mondo.

In dicembre sarà reso noto il calendario mondiale 2011 che vedrà Milano sede della tappa italiana nel nuovo grattacielo di Regione Lombardia;  ‘Vertical Sprint 2010’ è stata considerata dalla commissione tecnica ISF la miglior organizzazione dell’anno.

Autore: Vista Comunicazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>