Atletica News — 07 settembre 2009

Anche in questo 2009 il Meeting di  Rieti ha risposto alle attese degli sportivi regalando emozioni e facendo registrare la partecipazione di un pubblico numeroso e partecipe. Grande attesa c’era ovviamente per l’annunciata stella della manifestazione, il giamaicano Asafa Powell che proprio sulla pista dello stadio Guidobaldi due anni fa aveva demolito il record del mondo dei 100. Acclamato dalla gente Powell non ha deluso neanche in questa occasione, scendendo per la 58^ volta in carriera sotto il 10 secondi, facendo fermare il cronometro sul 9’99. Ma probabilmente questa edizione sarà ricordata per la grande prestazione del keniano David Rudisha  sugli  gli 800 metri maschili che con il tempo di 1:42.01 ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale dell’anno e il primato africano.


Altro risultato da incorniciare è stato quello centrato dalla keniana Ruth Nyangau che nei 3000 siepi ha demolito, con il tempo di 9:13.92 il record del meeting. Gli italiani


presenti a Rieti non hanno centrato prestazioni di rilievo. Quinto e sesto posto per Roberto Donati (10.54) e Simone Collio (10.57) nella batteria dei 100 vinta da Powell; buon quarto posto di Fabrizio Schembri nel salto triplo con la misura di 16.56; settimo posto per Matteo Galvan con il tempo di 46.58 nella gara dei 400 vinta del britannico Robert Tobin; sesto posto per Lucas Rifeser con 1.46.94  negli 800 metri; tredicesima Silvia Weisstener in 9:03.42 nella gara dei 3000 metri; ritirata Elisa Cusma nella gara dei 1500.

Autore: Fidal lazio

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>