TuttoCampania — 20 gennaio 2009

Mi sembra che il mondo dei master si stia infilando in un percorso pericoloso. Da un pò di gare a questa parte si parla di classifiche con falsi arrivi,di atleti fantasmi che compaiono nelle liste senza aver partecipato alla competizione. Ultimamente è capitato a S.Antimo, gara alla quale ho partecipato da atleta,dove ,da voci giunte nella mia scietà, sono state congelate le premiazioni.E questo fin quando non si farà chiarimento su qualche anomalia nella lista d’arrivo, nella quale si vocifera che ci fossero atleti risultanti all’arrivo, ma in realtà non partecipanti per niente alla gara. Così ho deciso di proporre una cosa che magari può fa ridere qualcuno, ma se si vuole che nelle gare fili tutto liscio a proposito degli arrivi, vi invito, atleti, dirigenti e giudici di gare, nonchè al nostro nuovo presidente Fidal con il Consiglio tutto a pensarci. Magari quante volte lo avete fatto tutti nel passato, però nessuno ha avuto il tempo o il modo di proporre qualcosa che renda finalmente le corse pulite e senza intrallazzi nelle partecipazioni per conquistare l’ambito premio in soldi messo in palio per le società. Della mia proposta ne ho discusso con qualche collega del Gruppo Giudici Gara di Caserta, del quale sono parte attiva, i quali mi hanno invitato ad esporre questa cosa. Allora io chiedo a tutti di presentarsi con la tessera federale attaccata alla maglietta, come fanno negli enti e nelle aziende. Inoltre prima della partenza propongo di tirare a sorte una società e di controllarne l’effettiva presenza alla gara magari anche sulla linea di partenza in modo da sbugiardare, alla presenza di tutti i presenti, quelli che in un modo o l’altro tentano di inquinare questo meraviglioso mondo dei master solo per il dio denaro. Sarò ben felice di essere risposto a tale riguardo, magari con altre proposte. Tanti saluti e arrivederci alla prossima gara.

Autore: Antimo Villano

Share

About Author

Peluso

  • viviana celano marathon club stabia

    l’idea della tessera attaccata alla maglietta mi piace anche perche’ sapessi quanti atleti NN TESSERATI corrono la domenica,forse sono piu numerosi di quelli che imbrogliano!!!

  • Antonio Caiazzo, atletica Marcianise

    Caro Antimo, da quale pulpito viene la predica! ad Agropoli 2008 (e non solo…..) i tuoi soci hanno corso con i chip degli assenti e nei loro confronti la fidal non ha proceduto…..se leggi la classifica di sant’antimo che è ancora presente sul sito dell’atletica Capua, puoi notare che tra gli arrivi sospetti (perchè con lo stesso tempo) ci sono molti della tua società……??? cosa farà quest’anno la fidal con i trasgressori????spero che faccia delle belle e costose multe ai singoli atleti ed alle società d’appartenenza, così da far togliere il vizio …., e poi dato che i tesseramenti e le tasse gara sono alte, almeno dovremmo essere tutelati da chi core la domenica solo per guadagnare in modo illecito…. , non penso che il cartellino sulle maglie sia un buon consiglio, è solo un etichettamento e da l’impressione di vivere in un governo totalitario……la corsa è libertà, libertà da vivere in modo onesto, ma pur sempre libertà…. GLI ORGANIZZATORI PERCHE’ NON ELIMINANO I PREMI SOCIETA’?????forse questo è un buon metodo; se in palio non c’è nulla, sulle gare ci sarà meno affluenza, ma di certo meno imbroglioni….e CORREREMO TUTTI FELICI E CONTENTI!!!!!

  • Bruno Masella Resp. Gare (AMICI DEL PODISMO MADDAL

    Salve, volevo solo aggiungere che come al solito chi ci segue non ci tutela, questo problema dovrebbe risolverlo la fidal con regole e sanzioni piu’ severe, visto che paghiamo tasse profumate per iscrizioni e gare.

  • Giuseppe Veca,A.L.B.A. Bacoli

    Beh,correre con la tessera Fidal non so’,pero’ sarebbe utilissimo fare controlli a tappeto.In quanto alla proposta di togliere i premi societa’ non sono daccordo,mi sembra una soluzione troppo estrema che punisce le societa’ oneste oltremodo.

  • silvio scotto pagliara -antimo

    carissimo amico Antimo .tutte cose sacrosante , quelle dette da Te . Ma , cari amici , ci vogliamo mettere bene in testa , che noi siamo tesserati presso una federazione diAtletica leggera ? non ai grandi magazzini ! Ci vogliamo , rendere conto , che siamo , appoggiati ad una federazione ! si ,proprio cosi , il mondMaster ( diaciamo con la sua vera parola / o qualifica ) siamo gli amatori dello sport podistico , non qualificati per manifestazioni di livello assoluto e verso la massima competizione : le olimpiadi !
    Allora , già , visto che siamo , ed è scitto sul cartellino/tessera fidal …..ATLETA , GIà QUESTA
    qualifica , ci Impegna ad essere ONESTI E NON TRUFFATORI DELLA DOMANICA DEI PACCHI !
    Poi , la storia dei premi in soldi è vecchia , qui molti predicano bene , ma razzolano MALE !
    Ancora ,anche senza soldi , ci sono quelli che corrono per truffare il pacco all’altro , non è vero solo per soldi , quelli vanno al team , ma molti , pensano per se , anche truffando la propria società !
    Il mio consiglio è quello , che appena si avverte la irregolarità , l’imbroglio , fare immediatamente giustizia , come ? portarare il truffatore , direttamente dai giudici di gara , è sul posto , una bella ……MAZZIATA ! SI PROPRIO COSI , una bella mazziata ! io personalmente , ho presentato nomi e cognomi di atleti in gara …….a casa e qualcuno in comodato USO ! ai giudici della fidal .Ma ,…………tutto tace !
    Forse , tra i nomi presentati c’era qualche amico ………o società , meditate gente !
    Allora , caro Antino , il finale è questo , sè uno è ONESTO RIMARRE0 SEMPRE onesto , invece il TRUFFATORE , SARA’ SEMPRE TRUFFATORE , MA SE LA SUA SOCIETA’ LO COPRE , ALLORA E’ ANCHE LEI UNA SOCIETA’ DI MARIUOLI !”!!!
    CIAO A TUTTI E BUONA GIORNATA
    da silvio

  • Benedetto Scarpellino, RuNaples

    Purtroppo il mondo dell’atletica campana sta diventando per molti un luogo “dove fare un po’ di spesa”. E questo contrasta fortemente con le professionalità che tra atleti, organizzatori e addetti ai lavori sono in continua crescita.
    L’unica soluzione, a mio parere, è lavorare sulla qualità tecnica degli eventi: premi solo ad atleti agonisticamente meritevoli (facilmente riconoscibili!), ovviamente tenendo conto di tutte le categorie; ridimensionamento o abolizione dei pacchi gara, cosa che avviene in tutte le manifestazioni serie oltre confine; ristori esclusivamente tecnici (le sagre sono abbinabili solo a corsette non competitive!). Vi assicuro che, in questo modo, le gare avranno un minor numero di iscritti (il che in molti casi non guasta!), ma saranno più spesso presenti tanti appassionati che si stanno a poco a poco allontanando dalla maniera attuale di concepire l’atletica nostrana.

  • Antimo villano Arca Atl.Aversa

    Caro Antonio Caiazzo, ho letto il tuo commento e mi ha fatto piacere che, oltre te, anche qualcun altro ha risposto. Il mio quesito è un qualcosa di propositivo e non è solo un’ accusa fatta tanto per parlare. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Sarà ancora più sbagliato fare finta che non c’è niente di vero. Ho solo il presentimento che queste cattive abitudini porteranno fra non molto a penalizzare e quindi allontanare la maggior parte degli atleti, che hanno spiccato il senso della lealtà sportiva, e a discapito di chi organizza le gare con tanto coinvolgimento e sacrificio. Io voglio solo cercare di sensibilizzare,con l’aiuto vostro, la nostra
    Federazione, affinchè possa prendere in mano la situazione e ridare la giusta regolarità alle gare su strada dei Master. Antimo Villano

  • franco Roberti “Amici del podismo” Maddaloni

    Premesso, e mi auto accuso, che sono tra quelli che ha assistito a delle irregolarità (atleti giunti al traguardo sostituivano il loro pettorale con quello dell’atleta assente della sua società, per poi passare di nuovo sotto lo striscione d’arrivo)e non ho avuto il coraggio di denunciarlo: dico la mia……
    Bisognerebbe, innanzitutto, premiare le società prime classificate non con denaro ma con premi di vario genere (prodotti alimentari, buoni benzina, trofei ecc..) premiare sempre con premi e non con denaro i primi arrivati di tutte le categoria e portare ad un massimo di due euro l’iscrizione alla gara. Solo così non si vedrà diminuire la partecipazione alle gare, e l’aleta che è giunto nei primi di categoria dovrà essere presente per ritirare il premio.

  • raffaele colantuono

    sentite ma perche non si applicano le regole fidal ,le iscrizioni,senza pacco gara sono,3,00 per le gare di 10 km,5,00 per una 21km, 8,00 per una maratona ,se sono dei campionati,mentre se no c’è un aumento di 2,00,per i premi si ritorna alle gategorie……………..,

  • TRAMONTANO LUIGI ATL. AVERSA

    HO LETTO I VARI COMMENTI ALLA LEALTA SPORTIVA DI ANTIMO VILLANO, LA MIA IMPRESSIONE E CHE NOI TUTTI NON SIAMO AMATORI MA QUALCOSA CHE E AL DI SOPRA DI NOI .RIMPIANGO LE GARE DELLA F.I.A.S.P. ALMENO CON QUELLE NON ANDAVAMO AL MASSACRO MA SI GODEVA UNA GIORNATA DI SPORT. CIAO GIGINI

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>