slide TuttoCampania — 28 luglio 2015

Riardo 2105.Questo primo caldo ( dicono che le temperature aumenteranno ancora ) ha visto, in queste ultime gare, un calo di partecipanti ma non certo un calo nelle organizzazioni e nell’entusiasmo messo per tirarle su.

La coppia black & white  ( in ordine di “ colore d’abbronzatura)  Carlo e Giancarlo insofferenti ai 38° di Riardo alle ore 14:00 già trafficavano con striscioni, transenne, gazebo e tutto ciò che concerne le fasi di preparazione, per avere tutto perfettamente pronto all’arrivo degli atleti … il tempo a disposizione era tanto, ma come passava in fretta e la calura rendeva tutto un po’ più pesante, ogni tanto qualche raffica di vento dava un po’ di ossigeno. La piazzetta piano piano, con l’arrivo degli atleti, ha iniziato a prendere vita,  tutti raggruppati vicino al bar alla ricerca in po’ di ombra. Uno  sguardo in giro e mi rendo conto che, molti di noi,  siamo gli stessi che stamani stavano ad un’altra gara ; siamo pazzi ma a volte, come si dice, il gioco vale la candela, la Strariardo è una gara che piace  e abbiamo voluto esserci e poi c’è il ricordo di Giuseppe Abbatiello.

E’ la prima volta che corro questa gara ed il percorso, non proprio pianeggiante, che ti porta a spingere di continuo con un solo dosso da superare poco prima dell’arrivo, mi è piaciuto ed era presidiato ad ogni incrocio.

Gli ultimi chilometri, quando il caldo ha iniziato a far da padrone nella mia testa, ma non credo solo nella mia, sono stati un’impresa, sembravano non finire mai, ma sono riuscita a non camminare, piccolo aneddoto per dare un po’ forma a come ci riduciamo noi ultimi in queste situazioni “ estreme” ; sentivo ansimare alle mie spalle, l’atleta mi ha raggiunta, mi ha guardata e mi ha detto “ Ma sei tu !!! mi stavi facendo morire ”, di spalle  mi aveva confuso per uno della sua categoria ( SM65 ) ma non lo dite a nessuno !!!

Finalmente la gara finisce e possiamo dedicarci al dolce ristoro, idratarci con l’anguria e goderci, nell’attesa delle premiazioni, il fresco della serata e, dulcis in fundo, con grande sorpresa e gioia, ho vinto anche la categoria.

Sperando che il prossimo anno ritroviamo un’estate dalle temperature normali, così da ritrovarci in tanti a Riardo e non solo.

Viviana CelanoViviana Celano

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>