Cronaca — 10 agosto 2011

 Ancora un successo per la 6^ edizione della ‘Americana’, 10° Memorial Mimmo Lombardo che si è tenuta a Roccella Jonica nella sera di martedì 9 agosto, nel suggestivo lungomare di  questa cittadina calabrese, vera e propria perla turistica della costa jonica. L’idea di questa singolare gara a eliminazione su un circuito di 1000mt, da ripetersi per ben 12  volte, è del gruppo ‘Nati per correre – promozione running’ che, con il supporto dell’A.I.C.S. di Catanzaro, della FIDAL Calabria e del Comune di Roccella Jonica, ha allestito  una tipologia di gara che in Italia sta appassionado sempre più i runners ed il pubblico. Una corsa altamente spettacolare che, giro dopo giro, ha visto l’eliminazione progressiva dei quindici atleti partecipanti. I primi due giri corsi ad andatura controllata attorno a 4’30 e poi  eliminizione di un atleta a giro. L”Americana’  si è rivelata gara in cui gli africani stanno dimostrando maturità tattica non indifferente I quattro giunti al giro conclusivo a giocarsi la vittoria finale sono stati il campione italiano dei 3000 siepi, Yuri Floriani,  i keniani Julius Rono, Edward Kiptanui Too e il senegalese, ma potremmo definirlo italiano d’adozione, Seck Mor, straordinario mezzofondista puro, scoperto e seguito dal coach – considerato da Mor – come un secondo padre, Giorgio Rondelli.


 


 Alla fine l’ha spuntata, stracciando letteralmente gli avversari, Seck Mor, che ha lasciato sul posto negli ultimi 3000mt. della volata finale gli altri tre.


Dietro di lui il keniano Kiptanui Too. Terza piazza per uno dei favoriti, l’azzurro Yuri Floriani.  Ad assistere alla gara è giunta molta gente, con persone che assiepavano i due lati del lungomare tanto da costitutire quasi due barriere umane; il nuovo tracciato è stato di fatto premiato e si è rivelato altamente spettacolare, dando la possibilità al pubblico di ammirare gli atleti dal primo all’ultimo metro del percorso. Uno splendido modo per  ricordare il grande amico di Roccella Jonica, Mimmo Lombardo.

Autore: cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>