TuttoCampania — 21 settembre 2011

La StraTeverola è una gran bella gara. Non avevo dubbi in merito, vista l’enorme passione di Luigi Caserta nell’organizzare l’evento. E’ stata dura però quest’anno confermare l’appuntamento con gli appassionati. Molti gli ostacoli che sono stati frapposti, tutti evitati proprio grazie alla ferrea volontà di Luigi e del suo ottimo staff di collaboratori. Lo stesso percorso di gara è stato condizionato ma, al momento pratico, il condizionamento ha favorito una scelta del tracciato alternativa, che si è rivelata più che indovinata. Due passaggi in zona partenza hanno esaltato le emozioni vissute, lasciando intatte le qualità veloci del percorso, donando al pubblico l’opportunità di seguire in tempo reale l’evoluzione agonistica e applaudire i partecipanti. Due passaggi ben congeniati: il primo, dopo 1,3 km, il secondo ai 4.200 metri dal via.


Nessun doppiaggio, solo spettacolo di colori e di passioni.


Per non parlare poi dell’intensa emozione dell’inno alla corsa, interpretato prima del via dagli autori: Pino e Mimì de Maio.


La gara.


In campo maschile tre marocchini su tutti, così come era facile prevedere già prima del via. Ai nastri di partenza, la presenza di Abdelkebir Lamachi, di Abderrafii Roqti e Abdelhadi ben Khadir non lasciavano spazio a pronostici alternativi: tra loro il confronto agonistico finalizzato alla vittoria. Un fuori programma però, avvenuto al secondo passaggio (4,2 km), ha per qualche decina di secondi messo in dubbio questa certezza. Nonostante le moto e l’auto apripista seguissero il giusto tracciato, svoltando verso l’arco, Lamachi prendeva la direzione opposta. A seguirlo Roqti e Ben Khadir. ‘Recuperati’ giusto in tempo dagli organizzatori, si sono rimessi sul giusto tracciato, ma la media a km tenuta fino ad allora (3’00’) si è naturalmente appesantita non poco (passando momentaneamente a 3’12’). Comunque sia, non è stata inficiata la normale evoluzione da podio, tanto che al traguardo la vittoria è andata allo stesso Abdelkebir Lamachi (Il Laghetto), con un 31’10’ finale. Alle sue spalle i ‘compagni’ di fuga: Roqti (Il Laghetto, 31’48’) e Ben Khadir (Enterprise Sport&Service, 31’50’). Quarto Hamid Kadiri (Fiamme Argento), con Romualdo Barbato (Marathon Club Frattese) primo degli italiani, con 32’32’ finale.


La gara donne è stata avvincente, sin dai primi metri. Un confronto a tre che si è risolto solo nella seconda parte. Infatti, nei primi due passaggi, Tina Franzese, Loredana Brusciano e Filippa Oliva si sono confrontate, spalla a spalla. La seconda metà di gara ha fatto la differenza. Nonostante la fatica della preparazione alla maratona, Tina Franzese (Atl. I Pini di Crispano) ha saputo accelerare e andare via, chiudendo meritatamente vincente in 39’18’. Bella la prova di Loredana Brusciano (Arca Atl. Aversa), suo il secondo posto a 19′ da Tina. Terzo gradino del podio per Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon) . Brava Caterina Mastrianni (M.C. Frattese), quarta al traguardo. Alle spalle di Caterina l’ottima Rosaria Ruggiero, Atl. Marano.


Classifica a squadre andata all’Arca Atl. Aversa-Agro Aversano.


Con la gara di Teverola continua il poker delle gare dell’Agro Aversano. Poker che completerà il suo iter con l’Albanova Running del prossimo 16 Ottobre.


La StraTeverola è stata una festa. Una festa completata dal complesso folk che si è esibito sul palco, prima del momento agonistico e in attesa delle premiazioni.


Il Gruppo Podistico Teverolese ci ha regalato una serata da ricordare. Momenti che fanno la differenza. Così come la differenza la fa la passione di Luigi Caserta: uomo di emozioni.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

  • Antonio

    Un grazie agli organizzatori e in particolare al Sig. Luigi per la bellissima gara che ci ha regalato. Poche volte ho trovato persone così e una gara così bene organizzata

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>