Cronaca — 17 marzo 2009

592 edizioni e non sentirle: tante sono le volte che si è disputata la corsa più antica al mondo. Sono stati 581 gli atleti che hanno voluto continuare a scrivere la storia di questa gara. A questi vanno aggiunti 4500 appassionati che hanno invaso i percorsi non competitivi (km 4 – 11 – 18): un vero e proprio bagno di folla.


La gara competitiva, partita alle 9.30 su un percorso di 10 km che ha toccato i punti più caratteristici della città scaligera, vede la lotta per la prima posizione tra il mantovano dell’Aeronautica Militare Alberto Montorio e il veronese della Corradini Rubiera Gianluca Pasetto. I due rimangono insieme fino al km 7, fino a quando Montorio non dà lo scossone definitivo. Il ragazzo allenato da Massimo Magnani vince in 30’15’ acclamato dal numeroso pubblico presente con suonatori di tamburi e costumanti nei pressi dell’arrivo. Pasetto, al quinto secondo posto sul traguardo di Borgo Santa Croce, conclude la propria prova in 30’41’. La lotta per il terzo posto termina a conclusione di una bella volata lunga tra l’italo-tunisino Mohamed Raphael Tahary e il veronese William Mascanzoni: la spunta Tahary in 31’18’, un secondo meglio rispetto al suo avversario. Luigi Guidetti chiude la top five.


In campo femminile, la vicentina di Piovene Rocchette Deborah Toniolo non ha avuto troppe difficoltà ad aggiudicarsi la prova. Alla fine per lei il cronometro si ferma su 34’15’. Dopo la vittoria della Verona Marathon, la keniana Josephine Njoki Wangoi ritorna sul ‘luogo del delitto’ e si porta a casa un bel secondo posto in 35’29’, mentre sul terzo gradino del podio sale la padovana Giovanna Ricotta in 36’21’. Stefania Disconzi e Barbara Castellaneta chiudono al quarto e al quinto posto.


La tradizione del Palio vuole che oltre a premiare il primo, anche l’ultimo classificato riceva un premio, un gallo per la precisione. Così come lo scorso anno l’ultimo classificato è stato il trentino Giacomo Bellini.


Subito dopo la partenza si sono svolte le gare giovanili che hanno visti impegnati circa trenta bambini che si sono giocati il Piccolo Palio.

Autore: Fabio Rossi Per l’Organizzazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>