slide TuttoCampania — 06 luglio 2015

montefredane 2015Meritatissimi i complimenti che Jean d’Argenio e Carmine Marrone hanno ricevuto nel post gara. Quella di Montefredane si conferma una gran bella realtà organizzativa, e lo fa anche a ritmo di record. Infatti, il record di iscritti e di arrivati sono la sintesi di quanto ben fatto negli scorsi anni, i complimenti post gara sono a loro volta la conferma di un successo annunciato, con persino qualcosa in più di quanto atteso. Meritatissimi i complimenti anche per l’intera comunità di Montefredane (sindaco in testa) che vuole la gara, la vive, l’ha fatta sua negli anni e contribuisce a farla crescere.

Gara

Gran caldo, ma per fortuna il tasso di umidità non molto alto ha aiutato a metabolizzarlo, almeno in parte. Il percorso (10.100 metri), anche se decisamente impegnativo, ha dalla sua che è sempre lo stesso, quello di tradizione. Cosa che permette una comparazione negli anni, ed è questo un bel punto di forza del “Trofeo Città di Montefredane”.

Abdelhadi Ben Khadir (Opes Ermes Antoniana) è subito scappato via (passaggio ai 2000 sul piede dei 3’08”, poi confermato ai 5000) e con lui AbdelKebir Lamachi. Ritmo per quanto possibile regolare, per poi registrare il crollo di Lamachi (International Security Service), un calo senza precedenti, tanto da permettere a Gennaro Varrella e Alessandro Rescigno di tornare su di lui e passarlo nel finale. Non piace vedere Abdelkebir correre in queste condizioni. Non è una questione tecnica, Abdel ha problemi fisici, cosa che dovrebbe portarlo ad uno stop terapeutico e non alle gare continue. Spero che il grandissimo Lamachi lo comprenda e si riprenda (persona e atleta speciale, tutta la mia stima per lui).

Detta della facile vittoria di Ben Khadir, segnalo l’ottimo secondo posto per Alessandro Rescigno (Isaura). Alex è in ottima forma, lo dice il suo essere dimagrito, la sua spinta, la sua capacità di regolare un osso duro quale Gennaro Varrella, proprio nel finale. Quarta posizione (sacrificantissima) per Lamachi, seguito dal giovane Marek Hadam (Il Laghetto).

Gara femminile con la bella vittoria di Lucia Avolio. Lucia, ragazza dal grande stile e classe nei movimenti. Le salite poi sono il suo terreno preferito, e lo ha dimostrato andando via alle avversarie e chiudendo serena vincitrice (lei, portacolori Napoli Nord Marathon) in 45’21”. Alle spalle della leader, Maria Magdalena Vlad (Il Laghetto) si è dovuta guardare le spalle fino all’ultimo metro, vista la vicinanza di Paola Orlando (Am. Pod. Benevento). Quarta e quinta piazza per Fioccolo Valeria e Manuela Forgione.

Classsifica a squadre per la Polisportiva Atletica Camaldolese.

Gara nella gara, il Trofeo Città di Montefredane era valevole anche al fine attribuzione dei titoli italiani A.C.L.I.

Alla fine l’hanno spuntata su tutti i fronti gli atleti Am. Pod. Benevento, e l’associazione stessa. Infatti…vittorie per Paola Orlando e Gennaro Varrella (Atleti Acli dell’Amatori) e della società di Pasquale della Torca.

Dicevo che sono stati super meritati i complimenti ricevuti da Jean D’Argenio, Carmine Marrone e tutto il loro team: Run For Life. Ai tanti complimenti aggiungo anche i miei naturalmente: è sempre un piacere presentare gare dove tutto è organizzato, dove niente è lasciato al caso.

Marco Cascone.Marco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>