Cronaca — 02 novembre 2012

5^ edizione de “La Corsa dei Santi”, appuntamento classico del calendario podistico nazionale che, dopo la partenza in Piazza San Pietro, ha avuto come scenario il centro storico di Roma con tutte le sue meraviglie.
Nel giorno della festa di Ognissanti, circa 2900 podisti hanno corso i 10,4 chilometri della prova comeptitiva (1200 i partecipanti alla non competitiva di 3 chilometri), inserendo così la corsa tra le prove più partecipate sulla distanza a livello nazionale. Sul traguardo sono arrivati 2749, nuovo record della corsa (nel 2011 furono 2591), circa il doppio rispetto alla prima edizione del 2008 (1395 arrivati).
La gara, come da tradizione, è stata di buon livello tecnico, con atleti africani e italiani a contendersi il successo. La vittoria è stata conquistata dal keniano Ezekiel Meli, già vincitore nel 2009 e 2011 (in quest’ultima edizione ha stabilito il record della prova in 29’46), che ha chiuso in 30’36”2. Secondo posto per l’altro keniano Erastus Chirchir, distaccato di due secondi (30’38”2), al terzo sempre un keniano, David Ngeno (30’40”0). Primo degli italiani è risultato Gianmarco Buttazzo del CS Esercito, giunto 4° in 31’25”3.
Anche in campo femminile il successo è andato a una atleta keniana. Si tratta di Eunice Chebet, che ha staccato le avversarie già dopo metà gara chiudendo da sola sul traguardo in 35’50”9. Secondo posto per la ruandese Angelina Nyiransabimana (37’40”2), terzo per l’azzurra Laila Soufyane del CS Esercito (37’41”9).
La gara è stata solo una delle tante facce dell’evento, che nelle intenzioni degli organizzatori è una festa nella quale si ritrovano insieme ragazzi, adulti e anziani, intere famiglie, in rappresentanza di scuole, parrocchie, circoli sportivi, provenienti da ogni parte d’Italia, nello spirito di una gioiosa condivisione ancor più che di una competizione. Promossa dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo tra le iniziative che concorrono a sostenere le attività dei missionari salesiani nelle zone più critiche della terra, la Corsa dei Santi ha avuto come obiettivo di questa edizione il sostegno fattivo a un progetto che prevede, a Porto Alegre, in Brasile, di dare accoglienza, scolarizzazione e inserimento nella società a “meninos e meninas de rua”, i bambini abbandonati per le strade brasiliane protagonisti di tanti drammi dei quali abbiamo avuto testimonianza in diversi film e la cui eco giunge spesso anche nelle nostre cronache. L’obiettivo è quello di raccogliere attraverso le donazioni almeno 150.000 euro (nel 2011 furono raccolti 120.000 euro destinati alll’emergenza siccità nel Corno d’Africa).

cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>