Cronaca — 22 ottobre 2007

Una mattinata fredda ,con temperature vicino allo zero, poi riscaldata da un piacevole sole autunnale, ha caratterizzato la 37^ edizione del Giro Podistico  Internazionale di Pettinengo, animata da una presenza record, oltre 530 atleti al via.


 Ad aprire le gare, come sempre, le categorie giovanili, nell’ambito delle quali si è svolto il 1° Trofeo delle Province che ha visto la partecipazione delle rappresentative dei comitati provinciali di Cuneo, Biella-Vercelli, Verbano-Cusio-Ossola e Alessandria, terminate nell’ordine nella speciale classifica a punti.


Un grande successo, di  questa iniziativa, che ha portato in gara oltre 250 atleti, non succedeva dagli anni 80, di vedere gare giovanili  così partecipate, spiace l’assenza di alcuni comitati provinciali, soprattutto di quello di Torino, inspiegabilmente assente in un iniziativa promossa anche dal Comitato Regionale della Fidal.


 Combattutissima la prova master maschile (quasi 200 atleti al via)  vissuta sulla sfida tra il  lombardo Marco Brambilla  e Luca Cerva (Libertas Forno Sergio Benetti), che negli ultimi 300mt.sferrava l’attacco che gli regalava la 3^vittoria consecutiva.


Ottimi i piazzamenti degli atleti biellesi con Alberto Porrino, Luca Deganello e Valentino Osiliero rispettivamente al 5°, 7° e 9° posto.


Dopo la gara delle handybike vinta  come nel 2006 da Paolo Cecchetto (Polha Varese), ha preso il via la prova femminile, la più attesa, nonostante l’assenza dell’ultim ora dell’australiana Benita Jonhson.


A dominarla nettamente, nel pieno rispetto del pronostico, è stata l’olandese di origine keniana Lornah Kiplagat, campionessa mondiale di mezza maratona domenica scorsa (14 ottobre) a Udine con il tempo record di 1h06’25’.


In testa fin dall’inizio la Kiplagat ha sferrato l’allungo decisivo sulla prima salita del percorso e ha chiuso applauditissima con oltre oltre mezzo minuto di vantaggio, mancando per 5′ il primato della gara  (Zarha Ouaziz 1999) complice un rettilineo finale a ‘dare il 5’ al numeroso pubblico.


Alle sue spalle 2 sue ex connazionale, Beatrice Jepchumba che ha preceduto di poco Fridah Domongole.


Al quarto posto, con una gara d’attesa e un finale in crescendo che poteva anche regalargli , con un po’ più di ‘coraggio’ il 2° podio a Pettinengo ,l’idolo di casa Marzena Michalska che ha preceduto nettamente la compagna di colori  Eleonora Berlanda, dalla quale era stata preceduta di misura poco meno di 24 ore prima  nel circuito Città di Biella sulla distanza del miglio, e la primatista di Ucraina dei 3000 mt.  Maryna Dubrova


 Brillanti prove anche del giovane talento biellese Valeria Roffino e di Warda Zeroual,nelle retrovie la due volte vincitrice della gara oltre che delle più importanti maratone del mondo, Margareth Okayo.


Combattutissima e incerta la prova  finale maschile, che ha chiuso la grande  festa atletica con il solito festival africano


Ha vinto a sorpresa il giovane keniano Hillary Bii, che regalava alla sua nazione l’11° successo nella prova maschile, davanti al diciannovenne etiope Habtamu Fikadu Awash.


Solo quarto il vincitore dello scorso anno Wilson Busieneiche ha ceduto nell’ultimo giro.


Italiani nelle retrovie, assente per la fresca squalifica arrivata solo venerdì , Daniele Meucci, il migliore è stato l’Italo marocchino  Moustafa Errebbah, 12°, che in passato a Pettinengo era stato buon secondo.


L’appuntamento con la 38^ edizione  il 19 ottobre 2008.


 

Autore: Biellasport

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>