Cronaca slide — 13 ottobre 2013
lalli1327 atleti al traguardo, il Ruandese Jean Baptiste Simukeka che stabilisce con il tempo di 1h 35:52 il nuovo limite della gara,  una gara bellissima sotto il profilo tecnico, con Andrea Lalli al quarto posto dopo essere stato bloccato, per ben due volte da problemi allo stomaco che ne hanno limitato il rendimento. Tutto questo è stata l’XI edizione della 30 Km del Mare di Roma che, complice una magnifica giornata di sole quasi estivo, ha popolato le strade del Lido di Roma regalando emozioni ai partecipanti ed al pubblico che ha seguito per le strade e all’interno dello Stadio Pasquale Giannattasio  la fiumana di atleti che quest’anno hanno superato, nei numeri, ogni più rosea aspettativa degli organizzatori i quali hanno esaurito tutti i 1500 pettorali previsti.
La gara è partita subito forte con un drappello di battistrada che ha fatto la selezione sin dai primi chilometri.  Lalli  nelle battute iniziali è sembrato in buone condizioni e pronto a battersi per la vittoria finale. Quando l’atleta delle Fiamme Gialle è andato in crisi si è involato Simukeka inseguito vanamente dai due marocchini Laalami e Marnhaoui. Si andava così fino al traguardo con l’africano portacolori della Orecchiella Garfagnana in grado di arrivare e sprintare sul traguardo a braccia alzate.
Fra le donne bel duello fra Annalisa Gabriele (Amatori Villa Pamphili) e Cecilia Tirelli (Running Evolution) rimaste insieme fino alle battute finali quando c’è stato lo scatto decisivo della Gabriele che è andata a vincere la prova. Al terzo posto un’altra conoscenza del podismo romano, Paola Salvatori, giunta poco dopo il tandem di testa.
A fine gara Andrea Lalli ha palesato un po’ di delusione per l’indisposizione che lo ha limitato nel rendimento. “Le gambe andavano, avrei potuto staccare tutti ma mi sono dovuto fermare per ben due volte. Questa è una magnifica gara, un percorso affascinante. E’ stato un ottimo banco di prova per la Maratona di Venezia che mi accingo a disputare. Era il test che volevo per rifinire la condizione.”
Infine Giancarlo Melini, patron della manifestazione: “L’incremento costante di partecipanti è la nota più bella della nostra manifestazione. Da quando abbiamo portato la lunghezza del percorso a 30km i numeri sono progressivamente aumentati e credo che nella prossima potremo sfiorare i 2000 partenti. La gara dal punto di vista tecnico è stata di altissimo livello ed anche quest’anno si è andati al di sotto del record precedente. Credo che i tanti sforzi organizzativi, miei e di tutti gli altri collaboratori, siano stati abbondantemente ripagati.”

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>