Atletica News slide — 26 novembre 2017

L’inizio è stato lento, poi è cominciata una crescita inarrestabile. Dai 13.757 runcardisti del primo anno si è arrivati a 52.082, con una crescita del 44% solo nell’ultimo anno. Chi sono i “runcardisti”? Italiani per il 77% dei casi, ma ci sono anche 11.978 stranieri, fra i quali molti residenti in Italia. Gli uomini sono la maggioranza (80%), ma la quota rosa è in crescita, specialmente nelle città, e sembra parecchio determinata a ridurre il gap. La classe d’età più numerosa è quella formata dai 40/50enni, che sono il 38,1%, incalzati dai 30/40enni (28,6%). A livello geografico, le regioni con più iscritti sono anche quelle in cui storicamente si corre di più: in testa la Lombardia che vanta il 24,4% dei tesserati, quasi diecimila, poi il Veneto (13,7%) e il Lazio (12,1%), seguiti da Toscana (10,7%) ed Emilia Romagna (8,5%). In 3 anni, Runcard ha fatto correre tantissime persone, per la precisione 87.811, ma in parallelo è cresciuto anche il numero dei tesserati FIDAL che praticano l’attività classica, quella che si svolge prevalentemente su pista.

Come si diventa titolari di una Runcard ? Ci sono quattro tipologie di card, che fotografano anche tanti diversi modi di correre: la tessera standard vale per tutte le corse che si svolgono fuori dagli stadi, poi ci sono quelle specifiche per il nordic walking, per mountain e trail, e per i tesserati degli enti di promozione sportiva.

Runcard ha scritto in questi giorni ai propri tesserati: “Siete invitati a festeggiare la Vostra festa di compleanno”, dando il via a un voluto ribaltamento di ruoli e a una sorta di racconto collettivo, formato dalle storie di tutti i runner d’Italia. Per aderire basta condividere sui social (#CompleannoRuncard) o inviare tramite il sito www.runcard.com un proprio contributo, che sia una storia, una fotografia, un video, una playlist o qualsiasi altro dettaglio rappresentativo della propria passione per la corsa. Con chi vuoi correre, e dove? Ma soprattutto perché? Quando è scoppiato il tuo amore per il running?  Sono le domande a cui sono chiamati a rispondere i 52mila di Runcard mentre festeggiano il terzo compleanno, il terzo anno di vita e chissà quanti chilometri corsi insieme.

L’obiettivo di quella che vuole essere una sorta maratona collettiva è raccontare in profondità e con grande sincerità questa tribù sempre più numerosa. Intanto, Runcard una sua prima medaglia l’ha già vinta diventando una case history apprezzata nell’ambito del G5, il gruppo allargato alle Federazioni di Italia, Spagna, Gran Bretagna, Francia e Germania.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>