Cronaca — 05 agosto 2010

Grande manifestazione di atletica il 1° agosto ad Orroli per la 24^ edizione del Corrorroli. La presenza di atleti del calibro di Sylvain Rukundo (Rwanda), Paul Kipchumba Sugut (Kenia) o Ahmed Nasef (Marocco) per citare alcuni tra gli africani e Pasquale Rutigliano (Esercito), Oualid Abdelkader (Civitas Olbia), Lorenzo Cannatta (Aeronautica) o Danilo Goffi (Carabinieri) tra gli italiani non poteva che avere un esito positivo. Grande soddisfazione degli organizzatori, dal presidente Paolo Cogotzi ai componenti la società di Orroli. Il percorso gara è lungo circa 1350 mt. Ottimamente chiuso al traffico ed alla circolazione della gente, si tratta di un giro all’apparenza semplice ricco di falsipiani ma con due pendenze in salita piuttosto intense che possono fare la differenza.


Intorno alle 19 parte il grosso gruppo degli Amatori e Master uomini che dovranno affrontare 4 giri per una distanza di circa 5400 mt. Nei primi due giri a comandare l’andatura si trovano Antonio Carta (M45, Atl. Ogliastra) e Paolo Porcu (M45, Atl. Orroli) tallonati dall’atleta di origine sarda ma residente nella zona di Varese, Stefano Demuro (M35, GS Montestella). Tra i primi ci sono anche altri atleti Master che sicuramente possono ambire a posizioni di prestigio tra cui Andrea Culeddu (M35, GS Runners CA), Giampietro Dessì (M40, Sporting S.I.E.), Roberto Siddi (M40, Acli Samassi), Patrik Mei (M35, Atl. Iglesias) oltre al sottoscritto Antonello Vargiu (M50, SG Amsicora CA). Nell’ultimo giro Antonio Carta prende decisamente il sopravvento e distacca tutti quanti chiudendo la gara con un consistente vantaggio su tutti.  Queste le prime 10 posizioni: 1° Antonio Carta in 17’32’; 2° Paolo Porcu in 18’01’; 3° Stefano Demuro in 18’08’; 4° Andrea Culeddu in 18’11’; 5° Giampietro Dessì in 18’14’; 6° Roberto Siddi in 18’29’; 7° Antonello Vargiu in 18’32’; 8° Alessandro Mameli (M40, Tespiense Quartu) in 18’36’; 9° Maurizio Puddu (M40, Atl. San Sperate) in 18’38’; 10° Gianni Carta (M50, Atl. Serramanna) in 18’41’.


Subito dopo i Master uomini partono tutte le categorie delle donne in un’unica gara lunga circa 4000 mt. Sono iscritte alla partenza alcune atlete di vertice isolano come le giovanissime Alice Capone (Promesse, Atl. Ploaghe) e Erica Chighini (Promesse, SS Trionfo Ligure Genova) tesserata con una società genovese oltre a Donatella Saiu (Futura CA),  Simona Pili (C.U.S. Sassari) e Angela Addis (SG Amsicora CA). La gara viene vinta dalla Capone sulla Chighini con un buon distacco mentre la Saiu si aggiudica il terzo posto leggermente staccata. Questi i primi 8 posti delle atlete: 1^ Alice Capone (in 13’35’); 2^ Erica Chighini (13’55’); 3^ Donatella Saiu (14’14’); 4^ Simona Pili (14’21’); 5^ Angela Addis; 6^ Rosalba Miscali (F45, Marathon Club Oristano); 7^ Valeria Sailis (F35, GS Runners CA); 8^ Ivana Corrias (F35, Libertas Campidano).


Intorno alle 20 parte la gara clou della serata. Dovranno sostenere 7 giri per un totale di circa 9500 mt. Nei primi due giri gli atleti africani lasciano fare l’andatura al gruppetto di atleti isolani posizionandosi a ridosso di questi. Tra gli atleti trainanti in questa prima fase ci sono i due marocchini della società olbiese Civitas ossia Oualid Abdelkader e Abdelatti Fraiha oltre a  Roberto Anolfo tesserato proprio con la società organizzatrice. Di volta in volta si affacciano a condurre anche altri atleti isolani gratificati da una compagnia così eccelsa che non capita in tutte le gare. E’ il caso di Fabio Coni (GS Atl. Olbia) o Nicola Muntone (Atl. Legg. Porto Torres) mentre ancora tutti gli atleti transitano in un fazzoletto di terra. Già verso il terzo e quarto giro il gruppo si sgrana. Gli atleti africani passano a condurre aumentando considerevolmente il ritmo ed inizia la gara tra di loro. L’unico atleta tra gli italiani che mantiene un ritmo più che accettabile è Pasquale Rutigliano (Esercito). Occorre anche segnalare che l’atleta pugliese appena 24 ore prima ha gareggiato e vinto un’altra gara in Sardegna, precisamente a Carloforte, nell’isola medesima. Tra il quinto e sesto giro ormai si definiscono le posizioni di testa anche se tra gli atleti africani non c’è nessuno che si stacca in modo chiaro. Nelle retrovie a parte Rutigliano, sempre molto generoso, si assiste ad una buona tenuta di Abdelkader che si lascia dietro alcuni altri atleti del nord africa. Tra gli atleti isolani molto buona la prestazione di Fabio Coni e Nicola Muntone che hanno preceduto i due atleti dell’Amsicora,  Morad Ibnorida e Stefano Floris. La gara ha avuto come vincitore il rwandese Rukundo che negli ultimi 300 mt. è riuscito a staccare il keniano Sugut di una decina di mt. conservando sino alla fine tale distacco. Questi i primi 20 atleti arrivati: 1° Sylvain Rukundo (Rwanda, Atlhletic Terni); 2° Paul Kipchumba Sugut (Kenia, G.P. Parco Alpi Apuane Lucca); 3° Ahmed Nasef (Marocco, Atl. Fanfulla MI); 4° Edward Kiptanui Too (Kenia, Pol. Libertas Pescara); 5° Felix Ntirenganya (Rwanda, Atl. Futura FI); 6° Philemon Serem Kipketer (Kenia, U.S. Aterno Pescara); 7° Pasquale Rutigliano (Esercito); 8° Solomon Rotich (Kenia, Violetta Club CZ); 9° Oualid Abdelkader (Atl. Civitas Olbia); 10° Lorenzo Cannatta (Aeronautica); 11° Cherkaoui Laalkami (Marocco, Running Club Futura); 12° Mehdi Khelifi (Tunisia, Amatori Atl. Aquaviva BA); 13° Abdelatti Fraiha (Junior, Atl. Civitas Olbia); 14° Fabio Coni (G.S. Atl. Olbia); 15° Nicola Muntone (Junior, Atl. Legg. Porto Torres); 16° Morad Ibnorida (SG Amsicora CA); 17° Stefano Floris (Idem); 18° Danilo Goffi (Carabinieri); 19° Giovanni Auciello (Esercito); 20° Rachel Amor (Tunisia, Pro Sesto Atetica).

Autore: Antonello Vargiu

Share

About Author

Peluso

  • sonia marongiu atletica citta di padova

    ma non vi sembra di aver esagerato con gli stranieri?? solo due italiani tra i primi dieci….

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>