TuttoCampania — 29 settembre 2013

sgambettataVittoria  e  record  della  gara.  L’11^  edizione  della  Sgambettata  Maceratese  è  stata  territorio  di  conquista  per  FARINA  Antonio.  Il  portacolori  della  TIFATA  RUNNERS  di  Caserta  ha  trionfato  nell’appuntamento  podistico  di  Macerata  Campania  la  gara  più  longeva  del  territorio  casertano.  Completati  nel  tempo  di  32.43  i  10  km,  30’  in  meno  rispetto  alla  passata  edizione.  Tutto  podio  italiano  alla  piazza  d’onore  con  il  tempo  di  34.02 l’atleta  ADAMO  Valerio  della  TIFATA  RUNNERS  e  terzo  gradino  l’atleta  MOHAMED  Langhali  con  il  tempo  di  34.16.  Al  2  km  parte  l’attacco  di  FARINA  Antonio  lo  insegue  ADAMO  Valerio.  Il  suo  disperato  tentativo  dura  solo  un  giro del  centro  storico  (3,7  km  a  giro).  Il  battistrada  va  in  fuga  solitaria,  la  sua  progressione  è  impietosa.  Nonostante  nel  suo  viso  ci  sia  la  trasfigurazione  della  fatica  l’azione  è  limpida.  La  regina  della  sgambettata  2013  è  stata  l’atleta  di  Benevento  FRANZESE  Concetta  che  ha  chiuso  con  il  tempo  di  39.47  a  seguire  VITALE  Alba  con  il  tempo  di  39.57  di  Maddaloni  e  al  terzo  posto  ESPOSITO  Raffaella  di  Napoli  con  il  tempo  di  44.01.  A  completare  la  giornata  è  stata  la  vittoria  del  team  TIFATA  RUNNERS  di  Caserta  con  la  presenza  di  69  atleti. Per  la  gara  dei  ragazzi  la  vittoria  maschile  è  stata  di  CANTE  Renato  di  Macerata  Campania  e  quella  femminile  di  RICCIADI  Raffaella  di  Marcianise.  Si  ringraziano  le  autorità  civili  e  militari  che  hanno  presieduto  la  cerimonia  delle  premiazioni.  Un  ringraziamento  particolare  va  al  Gen.  DE SIMONE  Giuseppe  che  ogni  anno  ci  gratifica  della  sua  presenza  alle  premiazioni.  Tutti  hanno  ricevuto  un  simpatico  ricordo  e  un  ricchissimo  sacchetto.  Grande  festa  finale,  dolci  per  tutti  e  ristoro  da  far  rimanere  tutti  a  bocca  aperta.  Con  rammarico  sono  dispiaciuto  per  tutte  le  persone  che  non  hanno  potuto  gareggiare  con  il  pettorale  perche  erano  terminati  e  non  erano  pochi  più  di  250.  Il  presidente  Gennaro  NACCA  e  la  società  GELINDO  BORDIN  vi  dà  appuntamento  per  l’edizione  del  2014.

Share

About Author

Peluso

  • ANTONIO

    CON PROFONDO RAMMARICO OLTRE AI FURBETTI CHE HANNO RITIRATO IL PACCO GARA CHE NON DOVEVANO,SONO STATO MIO MALGRATO TRATTATO COME UN FURBETTO PER AVER PRETESO E CHE NON HO PIU AVUTO E PER PROTESTA RIFIUTATO, IL PACCO GARA DELLA 4,350KM,PERCHE HO PERSO IN PETTORALE (CARTACEO) E QUINDI PESSIMO,POTETE IMMAGGINARE AL PRIMO SUDORE QUANTI SE NE SONO PERSI,HO CHIESTO CON MOLTA CORTESIA INFORMAZIONI IN MERITO E MI E STATO DETTO DOPO AVER DIMOSTRATO LA MIA ISCRIZIONE,DI NON AVER DIRITTO AL PACCO.
    N.B. L’ISCRIZIONE E’ COSTATA 4,00 EURO E NON SONO POCHI PER AVVICINARE TANTE PERSONE A QUESTO TIPO DI DICIPLINA DA CHI HA GAREGGIATO SIA PER I DUE GIRI E SIA PER QUELLI DEI 4KM.
    COMPLIMENTI ALL’ORGANIZZAZIONE PER L’INTERESSE ECONOMICO

    • Raffaele

      Come detto dallo sportivo Antonio ci sono stati tanti furbetti che x 1 bottiglia di vino o un pacco di pasta hanno messo la lealtà in secondo piano,dovrebbero vergognarsi,e sono davvero in tanti.Io mi son fatto la mia corsa di 10 km con un discreto tempo di 40 minuti ma felicissimo di averla chiusa con il cuore e soprattutto con la lealtà che nello sport è d’obbligo,altrimenti che sportivo sei?!Organizzazione da rivedere…

  • carlo

    Mi rifaccio al commento dell’amico Raffaele, poche volte ho assistito a deviazioni e a tagli di percorso come la gara di ieri sia nei primi chilometri che addirittura all’arrivo, deviazioni che hanno fatto risparmiare ai molti che ne hanno approfittato per ben 2 volte minimo 100 metri di percorso che in termini di secondi sono circa 22” per chi corre alla media dei 4 minuti a km…..avevo previsto di chiudere questa gara in 39 basso e ci sono riuscito senza deviazioni,se avessi fatto 38 e 40 avrei ingannato solo me stesso e non avrei misurato il reale stato di forma attuale…..di questo non imputo di certo la colpa agli organizzatori ma a tutti noi che corriamo alla caccia dei premi di posizione…

  • Angelo Della Rocca – Cava

    E’ stata una bella esperienza questa mia prima partecipazione a Macerata. Il percorso erano di quelli veramente veloci. Ho trovato gentilezza e garbo da parte degli addetti al ristoro finale, giusta attenzione ai premiati ed ai partecipanti, e con un arrivo nel campo sportivo, che fa sempre un bell’effetto ( l’unica cosa di cui bisognava preoccuparsi erano … le tante zanzare che affollavano il luogo). Al prossimo anno.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>