TuttoCampania — 14 dicembre 2008

La Quattro Passi per Montemiletto non solo non ha tradito le attese ma le ha esaltate! Che gara! Per fortuna la pioggia che ci ha accompagnati nel giungere in mattinata a Montemiletto ci ha risparmiati e abbiamo potuto fare festa, vivere nel migliori dei modi la gara e lo spettacolo offerto da atleti, pubblico e godere della buona organizzazione.
Controllate un po’ la classifica finale e vi renderete conto che in campo maschile c’erano praticamente tutti (solo qualche assenza, ma per il resto tutti ai nastri di partenza). Pietro Carpenito ha riportato la gara alla sua data naturale ed ha scelto giusto. Tanti i partecipanti (554 classificati) e qualità stratosferica, nella competizione maschile in particolare.
Abdelkedir Lamachi doveva essere l’assoluto protagonista (anche in presenza di tanti gioielli in gara) e protagonista è stato. Però, vista l’evoluzione della gara, per lui non c’è stata vita facile. Cristian Gaeta è in una forma strepitosa, lo ha dimostrato domenica scorsa in Puglia, e oggi lo ha non solo ribadito ma ha lasciato tutti con il fiato sospeso quando, a 1 km dalla fine, ha ripreso il Magrebino ed ha tentato di lasciarlo in vista del traguardo. Solo l’immensa classe internazionale di Abdel gli ha permesso di reagire e riportarsi sul portacolori dell’Esercito e regolarlo ai 500 metri finali. Solo 3′ li hanno poi separati, sintesi della battaglia agonistica vissuta e fatta vivere al bel pubblico (e al sottoscritto) presenti in Piazza. La vittoria è quindi arrivata sul piede dei 3’05’ a km (31’57’ finali) media esaltante, considerando la difficoltà del tracciato. Terza posizione per Angelo Iannelli, Fiamme Azzurre. Angelo è in fase di costruzione in vista di quanto avverrà in primavera e soprattutto nella prossima estate in pista. Una costruzione che, visto il risultato di oggi, procede alla grande (per lui meno di 30′ dal vincitore). Mimmo D’Ambrosio (Carabinieri Bologna)  ottimo quarto, sul piede dei 3’09’ a km. La prova di Gilio Iannone dice che il forte portacolori dell’Esercito ora riesce sempre ad essere protagonista, anche su una distanza che non è proprio la sua. Alle spalle di Gilio una bella prova per il Marocchino Abdelhadi Ben Khadir (Antoniana Runners) capace di controllare al meglio il suo prestigioso 6° posto, con una buon 33’13’ finale. Primo degli atleti del Team Montemiletto al traguardo: Gianluca Ricci, con un buon 7° posto e 3’13’ di media.
La gara femminile aveva una sola candidata alla vittoria, Khadija Laaroussi. Candidatura confermata da quanto vissuto in gara. Per l’atleta dell’Arca Atletica Aversa apice del podio in 39’31’
Un buon 42’03’ ha permesso a Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon) di firmare la sua seconda posizione, anticipando l’arrivo della brava Michelle Hushion di poco più di 3 minuti. Quarta posizione (e prima del Team Montemiletto) Annamaria Damiano. Annamaria ha saputo correre al meglio sulle strade del suo Team, fermando il cronometro a soli 3′ da Michelle. Giovanna Landi (Podisti Cava Picentini-Costa d’Amalfi) e Cathy Barbati (G.P. Del Baianese) in bella evidenza, con la loro 5a e 6a posizione.


 


Classifica dei team vinta dall’Isaura Valle dell’Irno.


   


E poi: le tante, appassionanti gare giovanili (a partire dagli esordienti fino agli allievi); le presenze del Sindaco Abbate, del neo Presidente della Fidal Regionale (Sandro del Naia) e del gran bel pubblico di Montemiletto hanno confermato, ancor di più, che l’evento di Pietro Carpenito (con il suo staff) riesce sempre ad essere un evento di prim’ordine.

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>