Cronaca HOME PAGE — 11 dicembre 2011

Si è svolta oggi a Fiumicino la 22^ edizione della “Best Woman”, gara podistica nazionale di 10 chilometri organizzata dall’Atletica Villa Guglielmi. Ultima prova di livello dell’anno per i podisti laziali, come da tradizione la gara è stata molto veloce, grazie al percorso pianeggiante e alla buona temperatura atmosferica.
Sul traguardo sono arrivati 2468 atleti, dei quali 531 donne (il 22%), mai così tante alla Best Woman (furono 499 nel 2010). Un dato che piazza la gara tra le prime in Italia per percentuale di donne partecipanti.
La prova femminile che ha incoronato la “best woman” 2011 è stata di grande livello tecnico, con almeno una decina di fondiste e mezze fondiste italiane in lizza per il successo. Dopo anni di vittorie straniere, oggi è tornata sul gradino più alto del podio una azzurra, Fatna Maraoui del CS Esercito, capace di vincere in 33.15.
“Il percorso è molto veloce – ha detto la vincitrice– ed io ero in forma visto che avevo preparato una maratona invernale andata poi male. Sono felice che un’italiana sia tornata a vincere, e per farlo ho dovuto stringere i denti. Al settimo chilometro, infatti, ero un pochino in crisi. Poi però ho capito che ne avevo ancora e ho provato ad allungare. Ho visto che l’inseguitrice, la Nyransanimana, non teneva il passo e così all’interno dello Stadio ho tirato ancora di più staccandola definitivamente”.
Secondo posto, dunque, per la ruandese Angelina Nyransanimana (33.37), che vinse lo scorso anno, terzo per Elena Romagnoli (34.13) del CS Esercito.
Buona anche la prova maschile, con il vincitore, il keniano Ezekiel Meli, capace di tagliare il traguardo in solitaria con il tempo di 28.48. L’atleta della Virtus Cr Lucca, ha condotto la gara da solo sin dai primi chilometri, non concedendo agli avversari la possibilità di avvicinarlo. Per Meli si tratta del secondo successo alla Best Woman, dopo quello ottenuto nel 2009. Al secondo posto si è classificato l’altro keniano Erustus Chirchir (29.36), vincitore della gara nel 2007 e 2010, che ha così sfiorato un tris mai centrato da altri. Al terzo posto un azzurro, Domenico Ricatti (29.43) dell’Aeronautica Militare.

Classifiche complete su www.tds-live.com

Cs

Share

About Author

Peluso

  • Gianluca RCA

    Troppo facile fare un resoconto sulle prime linee, ben più difficile parlare dei problemi delle retrovie, come ogni anno l’organizzazione è stata assolutamente inadeguata, l’utilizzo delle “gabbie di partenza” in funzione dei tempi, per 2700 persone E’ IMPRESCINDIBILE (vedi, Roma Ostia o Corsa di Miguel) eppure ogni anno alla best woman si parte tutti insieme, sono arrivato a fiumicino un’ora e mezzo prima e gia erano finite le spillette per attaccare il pettorale (…le spillette!!! pago 11 euro e non mi date neanche le spillette…? ) e non c’erano le misure per le maglie. Poi l’attesa per la partenza con lo speacker che si sbracciava per far tornare tutti indietro…podisti che facevano di tutto per non contribuire alla riuscita della manifestazione (master 65 da 6 a km che aspettavano lo start sotto l’arco, podisti da 5 a km che si riscaldavano insieme ad atleti dell’esercito…ma dico…non si vergognano?) mentre il povero speacker incolpevole rischiava di essere colto da malore….insomma,simili spettacoli (per altro prevedibilissimi e che si ripetono ogni anno) non fanno bene al nostro sport.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>