Maratone e altro — 14 marzo 2010

1000 miglia a piedi, ovvero 1609.344 chilometri! Follia? Forse, ma è un fatto che a partire dal 15 marzo in quel di Atene, Grecia, alcune diecine di folli provenienti da tutto il mondo hanno risposto all’appello di Costas Baxevanis per disputarsi la prima “World Cup” sulla distanza delle 1000 miglia!
Costas è un cardiochirurgo affermato nel suo Paese, sulla cinquantina, che da qualche anno si sforza di proporre un “Festival” delle distanze davvero lunghe, combattendo contro l’indifferenza di un Paese che si mostra sensibile solo al calcio o tuttalpiù al basket, e contro le difficoltà logistiche che trasformano questa gara in un grosso problema principalmente per gli organizzatori.
Attenzione, non si tratta di corsa a tappe, che già sarebbe più che impegnativa, ma di una gara in tempo reale. Questo significa che ogni corridore può fermarsi quando ne ha bisogno, ma che tutto il tempo perso non viene recuperato. Chi corre di più arriva prima!
Quest’anno la tradizionale distanza dei 7 giorni di corsa in tempo reale è stata prolungata fino alle 1000 miglia, con un tempo massimo previsto in 15 giorni.
Non è la prima volta che degli esseri umani affrontano una simile esperienza. Si ricorda infatti che ogni anno, a New York, gli aderenti allo Sri Chinmoy Marathon Club danno vita ad una corsa di 3100 miglia, pari a circa 5000 chilometri!
Sulle 1000 miglia in passato si è svolto addirittura un “Campionato del Mondo” non ufficiale, in Australia, sulla pista erbosa di Nanango concluso il 23marzo1998. In quell’occasione i vincitori furono il lituano Petras Silkinas e la britannica Eleanor Adams-Robinson.
La gara di Atene si svolge invece, come quelle di New York, su di un piccolo circuito stradale di mille metri esatti, ma con questo non è che le cose cambino molto!
E’ da aggiungere che nell’ambito di questa manifestazione si disputano anche alcune corse di contorno, per così dire, sulle distanze di 24 ore, 48 ore e 72 ore.
Scorrendo l’elenco degli iscritti scopriamo che sono presenti due italiani nella gara principale: Lucio Bazzana e Aldo Maranzina, mentre il nome nuovo Carlo Saccani è iscritto alla 48 ore, che affronterà con una certa prudenza per non compromettere la sua partecipazione al prossimo mondiale delle 24 ore, dove vestirà la maglia azzurra.
Daremo conto dell’evoluzione di questa corsa, ma intanto informiamo sui record esistenti, pubblicando il relativo tabellino.

1000 miglia






































10d 10:30.36


Yiannis Kouros


Gre


New York


30may1988


strada


11d 13:54.58


Petras Silkinas


Lit


23mar1998


Nanango


pista


 


 


 


 


 


 


12d 14:38.40


Sandra Barwick


Nzl


28ott1991


New York


strada


13d 01:54.02


Eleanor Robinson


Gbr


23mar1998


Nanango


pista

1000 km













































5d 20:13.40


Yiannis Kouros


Gre


26mag1988


New York


strada


5d 16:17.00


Yiannis Kouros


Gre


02dic1984


Colac


pista


5d 18:39.55


Jean-Gilles Boussiquet


Fra


23nov1992


La Rochelle


indoor


 


 


 


 


 


 


7d 16:08.37


Sandra Barwick


Nzl


24ott1991


New York


strada


7d 01:28.22


Eleanor Robinson


Gbr


18mar1998


Nanango


pista


* Yiannis Kouros ha corso anche in 5d 07:00.00 sul percorso Sydney-Melbourne nel 1989


Non risultano BP italiane omologate.


Le date sono tutte riferite al giorno in cui le gare si sono concluse.


 


 


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>