Cronaca slide — 09 maggio 2013

val d'orciaIl sogno lungo 100 km alla fine è diventato realtà, la Val D’Orcia è stata attraversata da 500 persone di corsa in lungo e in largo.

L’organizzazione guidata da Amaddii Roberto (Sienarunners), Stefano Grigiotti(Uisp Chianciano) e Aurelio Michelangeli(Parks Trail) abruzzese ma innamorato della Val D’Orcia, ha coinvolto Castiglione D’Orcia, Montalcino, Pienza e San Quirico D’Orcia, quattro comuni del Parco della Val D’Orcia Patrimonio naturale dell’Unesco, innumerevoli volontari (Misericordie, Protezione civile, Jeep, quad, Mountain Bike) tutti partecipi all’evento.

Ben quattro le gare in programma su un unico percorso e con un’unica partenza: la 100 km individuale, la 50 km individuale e le staffette 2×50 km e 4×25  km.

Partiti alle 6 del mattino da Castiglione D’Orcia gli atleti sono scesi al fiume Orcia e si sono diretti dal bosco del “Leccetone” alla Ripa d’Orcia per poi proseguire verso la Val D’Asso, qui c’è stato il primo intoppo: un errore di percorso dei primi, ha condizionato la gara dei 50 km infatti è balzato in testa Luca Ponti e il gruppo inseguitore non c’è l’ha fatta a raggiungerlo.

La 50 km era gara di verifica per i nazionali di Ultratrail e anche se il risultato finale può essere stato compromesso dall’errore il selezionatore Vedilei certamente trarrà le sue considerazioni.

Fatta questa premessa la corsa è proseguita scalando Montalcino dalla mitica “Sferracavalli” entrando addirittura nella Fortezza Medioevale e poi via nei boschi verso Sant’Antimo, e poi  ancora il fiume Orcia per tornare a Castiglione D’Orcia con 8 km di salita, ed ecco il primo traguardo …50 km vince  Luca Ponti (Gazzada Schianno)con il tempo 4 ore 18’ 15” davanti a Matteo Lucchese (Team Vibram) e Lorenzo Trincheri (Roata Chiusani ), tra ledonne prima Lara Mustat (Corradini Rubiera) in 4h 51’06” seguita da Lisa Borzani (Team Lafuma) e Cristina Zantedeschi(Team Tecnica). Poi via il sogno continua ..verso Pienza, la città ideale di Pio II , in testa Pigoni (Team Tecnica) seguito da Tagliaferri (Team Salomon) al passaggio al 75° nuovo errore di percorso escono entrambi,  Pigoni molla e Massimo Tagliaferri si invola versa il traguardo, arrivando a Castiglione d’D’Orcia  in 10 h 07’34” davanti a Nicola Bassi e Francesco Pompoli,  tra le donne trionfa Patrizia Pensa (Team Tecnica ) in 12h 06’ 39” seguita da Marta Poretti (Team Fresian) e Alice Modignani (Atl. Palzola).

Il loro primo giudizio è stato…gara bellissima per i paesaggi ma durissima per i continui saliscendi sui quali non c’era un attimo di tregua e poi il finale con un po’ di pioggia tanto per far conoscere la famosa “creta senese”.

 

Poi le staffette :

nella 2×50 trionfo assoluto per le “Donne Team Tecnica” Cinzia Bertasa e Maria Chiara Parigi in 9 h 38’ 04”,

mentre nella staffetta maschile vinceva l’Atletica 3V con la coppia Walter Donzelli e Mirko Muscia in 10h 04’ 53”, infine nella 4×25 km vittoria per “Il Ponte Scandicci” tra gli uomini e per le padovane del Team “Poenta e…”.

Tirando le conclusioni possiamo dire che la manifestazione ha ottenuto un buon successo sia tra gli atleti che tra gli abitanti del Parco Naturale della Val D’Orcia e tutti si augurano una seconda edizione ancor più partecipata facendo tesoro di alcune pecche organizzative dovute alla prima edizione.

 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>