Medicina — 01 dicembre 2009

Basta veramente molto poco per ripartire con intelligenza per la preparazione invernale,una saggia valutazione delle proprie sensazioni muscolo tendinee e una buona lettura dei segnali che lancia il proprio corpo sono delle regole indispensabili ma non sono le uniche, bisogna infatti ricordarsi che a tutela della propria incolumita’ fisica e’ importante attuare un protocollo di  difesa.. O piu’correttamente di controllo,un piccolo tagliandino per evitare guasti!!!


 Ecco 10 semplici regole da  seguire.


1) Controlla il tuo cuore: visita cardiologica + ecg+ ecocardiogramma+ ecg da sforzo


2) Nel dubbio non aver paura di eseguire esami piu’specifici ecg holter delle 24 ore,scintigrafia miocardica o coronarografia


3) Non dimenticare la pressione arteriosa misurala a riposo ma anche in presenza di dolore nucale,cefalea orbitale o sensazione di nausea.


4) Esami di laboratorio di routine….


5) … Ma se ci sono delle familiarita’ per morti improvvise o malattie cardiovascolari allarga la routine agli esami specifici per il rischio trombotico


6) Se negli ultimi due mesi si sono presentate vertigini,lipotimia o peggio sincope oltre la consulenza cardiologica e’ utile una consulenza neurologica.


7) Valutazione dell’atteggiamento posturale dalla bocca ai piedi


8) Da buoni vesuviani non disdegniamo una ecografia alla tiroide..le tiroiditi o le tiroidi nodulari incidono negativamente e a volte pericolosamente sulle prestazioni fisiche.


9) Attenzione alla brusca esposizione al freddo specie al mattino, non e’ bello rischiare una paresi facciale…


10) Ed ultima regola: controlla il tuo buon senso assicurandoti che non sia in riserva!!

Autore: Dr. Miranda Giuseppe – Cardiologo

Share

About Author

Peluso

  • LUCA SERAFINO ASD LA SOLIDARIETA’

    GLI ARTICOLI DEL DOTT. MIRANDA SONO SEMPRE INTERESSANTI ED IMPORTANTI PER LA SALUTE E LA CULTURA DI OGNI PODISTA,AMATORE O PROFESSIONISTA CHE AMA QUESTO SPORT

  • PASQUALECOPPOLA ASD LA SOLIDARIETA

    l’importante è conoscere se stessi e capire quali siano le nostre possibilità senza strafare ma con molta umiltà.
    grazie dottore per i tuoi consigli che ci dai abitualmente e ogni giorno.

  • giovannicalce Poligofo Formia

    leggo sempre con piacere gli articoli del Dott Miranda che diulghero’ agli altri associati della poligolfo

  • Gianni Miranda (La Solidarietà)

    Colgo l’occasione per salutare il mio amico Peppe, sempre preziosi i suoi consigli. Vorrei sapere se il troppo freddo, o viceversa il troppo caldo, nell’attività fisica, possono influire sulla regolarità cardiaca.

  • PIERO LAMELZA FF.GG. G. SIMONI

    Preg.mo Dr.Miranda Giuseppe,
    sono un atleta amatoriale della società in oggetto,a livello amatoriale pratico la corsa 3 o 4 volte la settima.Ogni hanno faccio la prova al circloergometrico.quest’anno mi stato riscontrato:anomalie marcate ripolarizzazione ventricolare nel tracciato di base,con sott/to ST in V5 – V6 all’acne e rapido ripristino della morfologia di base nel recupero.In assoluta assenza di sintomi e buona capacità funzionale complessiva dato il carico di lavoro raggiunto.Il test mostra pertanto quadro psendoischemico(miocardioscentigrafia negativa)Quattro anni fa stessa diagnosi,fatto scintigrafia miocardica da sforzo,esito regolare.E’ sufficiente un ecocardiogramma colo dopler?Continuo a correre con moderazione senza nessun affanno:Ringrazio
    per la cortese attenzione.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>