Cronaca — 31 luglio 2007

Sabato sera i boschi di Canepina (VT), circondati dallo splendido scenario dei Monti Cimini, sono stati lo scenario di gara della decima edizione del ‘Cross dei Cimini’. La macchina organizzativa è stata ad opera della Atletica Canepina che questo anno è apparsa migliorata, grazie anche all’apporto tecnico di Massimo Gay. Buona l’affluenza di atleti, se si considera che ormai siamo alle porte di Agosto, con ben 176 atleti giunti al traguardo. Solito il percorso di gara composto da due giri, alquanto impegnativi e tutti su tracciato sterrato, di 3.900 metri ciascuno, per un totale di 7,8 km.
La cronaca della gara ha visto il duello per la vittoria tra un ritrovato Salvatore Nicosia  (Atl. Colleferro) e il favorito Giudo Arsenti (Atl. Di Marco Sport). Dopo un primo giro di studio Giudo Arsenti ha preso il largo, giungendo al traguardo col tempo di 25’40’ e lasciando un tenace Nicosia a 15′ di distanza. E’ pur vero che Salvatore Nicosia è in piena fase di preparazione della maratona, visto che ai prossimi Mondiali Master di Riccone di Settembre sarà tra i nostri big alla partenza della maratona. Altro redivivo al traguardo è stato Natale Moggetti (Libertas Orvieto), anche lui atleta dai trascorsi gloriosi, che conquista un onorevole terzo posto, col tempo di 26’41’. Ottima prova corale del team locale G.P. Ecologico Bagnaia, capace di piazzare tra i primi dieci in classifica ben cinque atleti (Crisostomi E. 4°, D’ottavio G. 6°, Cioccolini G. 7°, Pesciaroli E. 8° e Stefano Bernini in decima posizione). Devastante la superiorità di Edmondo Scardozzi tra gli ‘over 60’, atleta ancora capace di arrivare tra i primi 15 in questa dura gara. 
La prova femminile è stata vinta da Sonia Marongiu (A.S.D. Erco Sport), sembrata in buono stato di forma, dopo il periodo di ferie nella sua amata terra di Sardegna. Sonia ha chiuso la sua prova vittoriosa col crono di 31’20’, lasciando a poco meno di un minuto di distanza Ornella Corvaia (Atl. Di Marco Sport), anche quest’ultima in piena fase di preparazione dei mondiali sulla distanza di maratona. Bella la lotta per la terza piazza del podio, dove una irriducibile Rosa Berni (Liberi Podisti Oriolo, 33’40’) ha avuto la meglio sulla più giovane Eliana Scardozzi (G.P. Ecologico Bagnaia, 34’05’).
Premiazioni di categoria effettuate fluidamente col metodo dell’arrivo ad imbuto, tutte con premi in natura. I primi tre tra i maschi e tra le donne, inoltre, hanno ricevuto anche un trofeo a ricordo della manifestazione. Ottimo il ristoro finale per gli atleti che si sono soffermati al fresco del bosco dei Cimini, a base di panini con porchetta, di ottimo prosciutto e tanto vino. Complimenti agli organizzatori di questa manifestazione e agli sponsor che hanno dato un valido supporto alla buona riuscita della stessa.

Autore: Nicola Severini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>